Cacciatore ed ambiente, un binomio vincente

di RENATO ANTONUCCI

Dopo aver letto attentamente il resoconto stenografico della seduta del Consiglio Regionale del 20 Febbraio 2020, desidero ringraziare sentitamente, sia nella veste di socio ANUU che come rappresentante di Confagricoltura Frosinone – per quest’ultima Associazione come membro del Direttivo dell’ATC FR 1 – i Consiglieri Regionali che sono intervenuti a difesa dell’esistenza e del rispetto del Cittadino-Cacciatore.

I cacciatori sono un prezioso supporto all’equilibrio floro-faunistico e più ampiamente ambientale; essi sono una preziosa “sentinella” del territorio.

Basta, quindi, ascoltare o leggere gli interventi di chi vuole farci passare come distruttori della selvaggina e persino responsabili della diminuzione dell’Orso Bruno Marsicano. L’Orso che scende a valle, non lo fa certamente per gioco o per guardare da vicino lo scorrazzare delle macchine; bensì per cibarsi non potendo sfamarsi in quelle zone di altura, che è il suo ambiente naturale.

Allora perché i politici a tutti i livelli, gli Enti interessati non cominciano a pensare a mettere in atto un piano di interventi idoneo a fermare nei luoghi dove questo splendido “Plantigrado” vuole, e ripeto vuole, continuare a scorazzare insieme ai propri cuccioli e fare in modo che possano trovare lì il proprio cibo (mele, pere, cotogne, grano ed altro)?

E’ quanto richiesto svariate volte dagli esperti faunistici della Wilderness (della quale sono socio da moltissimi anni) da sempre in prima fila a difesa della sopravvivenza e del rispetto dell’Orso Marsicano.

Mi permetto di suggerire al riguardo che “si possono creare delle cooperative di giovani agricoltori, pastori e allevatori per trasportare, con i muli attrezzati con appositi contenitori, quintali di frutta e verdure di scarto prelevate nelle strutture di grande smercio (come da es. il M.O.F. di Fondi) e depositarle nei luoghi di alta montagna dove sia l’Orso che altri mammiferi potrebbero cibarsi.

Sicuramente, anche se in parte, si risolverebbe il problema della discesa a valle per fame evitando così la loro e la nostra incolumità.

Non ne parla più nessuno.

La massiccia presenza in soprannumero di cinghiali, oltre a creare milioni di euro di danni all’agricoltura e all’ambiente, sono causa di gravissimi incidenti stradali, con feriti e purtroppo morti di uomini, donne e bambini.

Tutte le Istituzioni interessate, coordinate dai Prefetti e dai Sindaci, solo con il preziosissimo supporto di esperti cacciatori-selettori, e da tiratori scelti delle Forze dell’Ordine, potranno riportare il numero degli ungulati, a quello indicato nel Piano Faunistico Venatorio che la Regione Lazio deve apprestarsi ad approvare, al posto del precedente, in vigore ormai da troppo tempo.

Quindi, la carne ricavata dalle battute:

  • una parte può essere donata alle Associazioni di accoglienza;
  • una parte ai partecipanti alle battute di caccia;
  • la rimanente venduta a ristoranti e agriturismi ed il ricavato utilizzato, per esempio, per interventi di miglioramenti ambientali.

Come Anuu ringraziamo tutte quelle forze politiche regionali che oltre ad accogliere alcune delle nostre proposte (la semplificazione per chi effettua la raccolta dei funghi, l’utilizzo per la caccia da appostamento degli uccelli acquatici come richiami vivi, dei derivati domestici del germano reale e del piccione selvatico, nonché del piccione torraiolo per la caccia da appostamento) adesso vorranno sostenere anche queste istanze.

 

Selezioni Cinofilia 2020: appuntamenti l’8 Marzo e il 5 Aprile a Fara Sabina

Le selezioni regionali per la formazione della squadra che parteciperà al Campionato Nazionale Cinofilo Anuu Migratoristi si terranno nei giorni 8 Marzo e 5 Aprile presso l’AVF “Torre Baccelli” a Fara Sabina.

Si pregano i presidenti provinciali di attivare i propri delegati alla cinofilia al fine di avere una numerosa partecipazione da tutte le zone della Regione Lazio.

I prossimi 27 e 28 Marzo la 62esima Assemblea Nazionale a Bergamo

La 62esima Assemblea nazionale si terrà come negli ultimi anni  presso il WINTER GARDEN HOTEL – BERGAMO AIRPORT (Via Padergnone, 52 – 24050 Grassobbio (BG) – Tel. 035/587011 – Fax 035/587012 – http://www.wintergarden-hotel.com) sviluppandosi tra venerdì 27 e sabato 28 marzo 2020.

Nel pomeriggio di venerdì 27, infatti, a partire dalle ore 16, si svolgerà la pre-Assemblea nella quale ci incontreremo per analizzare e discutere le questioni relativi alle singole Delegazioni. Seguirà una cena tutti insieme.

Sabato 28, invece, a partire dalle ore 9, inizierà la nostra vera e propria Assemblea che, dopo i consueti saluti di apertura, sarà caratterizzata da un’interessante Tavola rotonda sul tema “Valori ed etica della caccia oggi – Una risorsa per la società” a cui prenderanno parte il prof. Markus Moling, Professore di filosofia presso lo Studio Accademico Teologico e Rettore del Seminario Maggiore di Bressanone; il prof. Alberto Quaglino, Consulente ambientale, già Responsabile del Settore ecologia del Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture, Politecnico di Torino; il prof. Stefano Masini, docente di Diritto Agroalimentare all’Università di Tor Vergata-Roma e Responsabile dell’Area Ambiente e Territorio della Confederazione Nazionale Coldiretti; il dott. Giuliano Incerpi, storico Direttore di DIANA e giornalista di news online, e il Sen. Francesco Bruzzone della Commissione Ambiente del Senato della Repubblica, nonché storico associato e Consigliere nazionale ANUU Migratoristi.

Pertanto, chi avesse necessità di pernottamento dovrà contattare entro e non oltre il 28/02/2020 la Segreteria onde effettuare le opportune prenotazioni.

Vi aspettiamo numerosi e partecipativi stante l’attualità del tema trattato ma, soprattutto, stante l’importanza di rafforzare l’unità della nostra base associativa e dirigenziale per la tutela della comune passione dell’ANUUMigratoristi, unica Associazione italiana che difende le cacce tradizionali alla migratoria, in Italia e all’estero!

Modifica regolamento caccia al cinghiale: le proposte di Anuu Lazio

Modifica regolamento caccia al cinghiale, ecco le proposte di Anuu Lazio.

1) Assegnazione punteggio per i non residenti nella zona di caccia pari ai cacciatori residenti nel Comune di Roma;

2) Disciplinare meglio caccia zone pre-parco. Ed esempio: se i cacciatori residenti non raggiungono il numero, secondo i criteri fissati, dare più giornate ai residenti nell’ATC;

3) Assegnare la cartografia delle zone di caccia al cinghiale ai Sindaci (ufficio tecnico), per una migliore conoscenza del territorio e soprattutto delle esigenze sia del mondo venatorio che dei pastori ed allevatori. Naturalmente sotto la direzione degli Ada provinciali e dei guardiacaccia provinciali;

4) Diminuzione della tassa regionale per i cacciatori residenti nella zona pre-parco laziale proporzionalmente alle giornate perse a seguito della sentenza Consiglio di Stato 13.12.2018.

L’Anuu Lazio torna a rivolgere un forte invito a tutti gli attori a fare “cartello” al fine di ottenere una polizza assicurativa con i più alti massimali possibili nei confronti di cacciatori che purtroppo subiscono infortuni. Occorre al riguardo cercare di ottenere un rimborso per le spese mediche e fisioterapia il più alto possibile, oggi del tutto inesistente oltre all’innalzamento della cifra I.P. senza punti di franchigia.

Consultazione pubblica sul piombo

In merito all’urgente tema della limitazione dell’utilizzo del piombo nelle munizioni, per cui il Parlamento europeo discuterà la proposta di ECHA (Agenzia Europea per le sostanze chimiche) a febbraio 2020, vi informiamo che l’Agenzia ha aperto un portale sul proprio sito sul quale è possibile inviare commenti, allegati e dati.

In allegato vi trasmettiamo le modalità e le istruzioni per poter intervenire in questa urgente consultazione pubblica online (in francese o inglese) unitamente alla traduzione del questionario in italiano per una più veloce compilazione.

Tale consultazione si chiuderà il 16/12/2019 per cui invitiamo tutti a partecipare con sollecitudine inviando note e commenti al fine di contribuire a far chiarezza sul tema e, soprattutto, a migliorare il dialogo tra istituzioni europee e nazionali, agenzie, enti e cittadini.

A disposizione per qualsiasi chiarimento, grazie e cordiali saluti.

La Segreteria

nel link in basso i dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA SUL PIOMBO ENTRO 16.12.2019