Pre-apertura caccia, il calendario del Lazio

 Nel territorio della Regione Lazio, con l’esclusione dei territori ricompresi nelle Zone di Protezione Speciale (ZPS), nei giorni 2 e 6 settembre 2020 è consentito l’esercizio venatorio da appostamento fisso o temporaneo, senza l’ausilio del cane, alla specie tortora (Streptopelia turtur turtur).
 L’esercizio venatorio di cui al paragrafo precedente è consentito:

  • ai cacciatori con residenza anagrafica nella Regione Lazio limitatamente al territorio dell’Ambito Territoriale di Caccia dove il cacciatore è iscritto come residenza venatoria e/o come secondo A.T.C..
  • ai cacciatori con residenza anagrafica fuori dalla Regione Lazio limitatamente al territorio dell’Ambito Territoriale di Caccia dove il cacciatore è iscritto come residenza venatoria.
     Gli appostamenti temporanei non possono essere installati prima di tre ore dall’inizio dell’orario di caccia stabilito al successivo articolo 2, il sito dell’appostamento temporaneo, al termine dell’azione di caccia, deve essere liberato del materiale usato a cura di colui che ne ha fruito.
     Nel rispetto delle previsioni di cui all’articolo 34, comma 10, della Legge regionale 2 maggio 1995, n. 17, di quanto previsto alla DGR 16 dicembre 2011, n. 612, ed a parziale modifica dell’articolo 5, comma 1, del Decreto del Presidente della Regione Lazio n. T00120 del 24/07/2020 recante “Calendario Venatorio e Regolamento per la stagione venatoria 2020/2021”, l’addestramento e l’allenamento dei cani sul territorio della Regione Lazio è vietato nei giorni 2 e 6 settembre 2020.
    (Orario)
     L’esercizio venatorio è consentito:
     nei giorni 2 e 6 settembre 2020 dalle ore 5.40 alle ore 19.40.
    (Carniere giornaliero)
     Nei giorni 2 e 6 settembre 2020, il limite di carniere giornaliero, per ciascun cacciatore, è stabilito nella misura di cinque capi per la specie tortora (Streptopelia turtur turtur).

Ambito Territoriale Caccia Frosinone 1: elezioni da rifare

La decisione di escludere dall’assemblea dell’Ambito Territoriale di Caccia della Provincia di Frosinone i delegati di Italcaccia e Libera Caccia è illegittima; lo ha stabilito il Tribunale Civile di Frosinone nelle due sentenze pronunciate il 23 ed il 28 luglio scorsi.
Nei due procedimenti, le due associazioni ricorrenti contestavano al Giudice l’illegalità della delibera del Consiglio ATC del 7 novembre 2018 e di quelle del 18 dicembre 2018 in cui sono state approvate modifiche statutarie e rinnovati gli organi sociali.

L’ATC aveva escluso Italcaccia e Libera Caccia dai lavori dell’assemblea in quanto non avevano trasmesso l’elenco dei nominativi dei propri associati e pertanto, aveva ritenuto l’ATC, non era stato possibile assegnare il numero dei delegati spettanti alle stesse.

In realtà, Italcaccia e Libera Caccia hanno dimostrato in giudizio di aver trasmesso “un’autocertificazione indicante la consistenza dei tesserati provinciali, esplicitando l’impossibilità di comunicare i singoli nominativi per contrasto con la normativa in tema di tutela della privacy”.

Soddisfazione per le sentenze è stata espressa dalle due associazioni; preoccupato Renato Antonucci, membro del direttivo dell’ATC Fr1 in quota Confagricoltura Frosinone, e delegato ai Rapporti Istituzionali per l’ANUU, che nel suo intervento assembleare del 18 dicembre 2018 aveva espresso la sua ferma contrarietà all’esclusione delle due associazioni.

“Questa vicenda provoca una caduta d’immagine che non fa bene, Adesso gli organi sociali sono caducati e bisognerà procedere al loro rinnovo ma nel frattempo si rischia il commissariamento proprio in prossimità dell’imminente apertura della stagione venatoria con rischio di ripercussioni negative per il mondo agricolo, ambientale e venatorio”.

Approvato il calendario venatorio 2020-2021

La stagione venatoria ha inizio il 20 settembre 2020 e termina il 31 gennaio 2021 compresi, fatto salvo quanto previsto dal presente calendario venatorio.
Per l’intera stagione venatoria la caccia è consentita tre giorni per ogni settimana, che il titolare della licenza può scegliere fra quelli di lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica.
L’addestramento e l’allenamento dei cani,s possibilità di sparo, ai sensi della L.R.17/95 art. 34, comma 10, è consentito: dal 16 agosto 2020  al 31 agosto 2020 compresi, dal sorgere del sole alle ore 11.00; dal 02 settembre 2020 al 17 settembre 2020 compresi, dal sorgere del sole alle ore 19.00.

Scarica il calendario:

Scoppio fucile da caccia: rinnovato il fondo di solidarietà Anuu

Il Comitato Esecutivo ANUUMigratoristi ha deliberato anche per la stagione 2020/21 un Fondo di solidarietà a sostegno dei tesserati in caso di scoppio del fucile da caccia.

Il fondo è attivabile esclusivamente per l’arma di proprietà:

1) durante lo svolgimento dell’attività venatoria praticata conformemente alle leggi, durante i periodi di caccia regolamentati dal calendario di ciascuna Regione, escluse le giornate di silenzio venatorio, nonché durante gli spostamenti da e per i luoghi di caccia;

2) durante la partecipazione a manifestazioni sportive tiravolistiche autorizzate e organizzate rispettando le vigenti normative delle Federazioni di riferimento, anche durante gli spostamenti da e per i luoghi di attività;

3) durante l’addestramento e l’allenamento di cani con sparo sia nelle apposite zone e sui terreni all’uopo destinati o autorizzati, sia durante manifestazioni sportive autorizzate, anche durante gli spostamenti da e per i luoghi di attività.

L’estensione della garanzia è valida su tutto il territorio nazionale per massimo un fucile ad associato e per stagione venatoria e viene corrisposto un indennizzo massimo di € 300,00 (trecento/00) commisurato al valore di mercato dell’arma danneggiata. Sono da escludersi i sinistri dovuti alla cattiva manutenzione dell’arma o all’uso di munizioni non appropriate.

Le denunce di sinistro dovranno essere accuratamente compilate e completate con la seguente documentazione:

1) dettagliata descrizione del sinistro firmata dall’associato;

2) copia della denuncia di proprietà dell’arma rilasciata dall’autorità competente;

3) copia della tessera socio-assicurativa in corso di validità;

4) copia della licenza di porto di fucile e copia dei versamenti delle tasse erariale e regionale;

5) documentazione relativa allo stato d’uso, anno di fabbricazione e qualità dell’arma, affinché si possa stabilire l’effettivo valore di mercato;

6) fotografia dell’arma danneggiata;

7) dichiarazione di eventuali testimoni dell’accaduto.

Le denunce mancanti anche solo di uno dei punti compresi tra 1 e 6 non verranno considerate valevoli ai fini della corresponsione dell’indennizzo.

Tutta la documentazione deve essere inviata entro e non oltre sette giorni dall’accaduto (pena la non ammissibilità della stessa per la corresponsione dell’indennizzo) alla Segreteria Centrale ANUUMigratoristi (Via E. Baschenis, 11/C – 24122 Bergamo – tel. 035/243825 – fax 035/236925 – e-mail: anuu@anuu.org) tramite le Sedi provinciali dell’ANUUMigratoristi.

Rinnovata tutela assicurativa “Capanni” e “Richiami vivi”

È stata rinnovata l’opzione integrativa destinata ai capannisti (sia da appostamento fisso che da appostamento temporaneo) e ai possessori di richiami vivi, comprensiva delle seguenti garanzie: incendio del capanno (risarcimento massimo di € 2.000,00), furto e morte (di uccelli legittimamente detenuti, per attacco di rapaci, roditori e animali predatori) di richiami vivi (risarcimento massimo di € 60,00 per ogni animale, fermo il limite massimo complessivo di € 300,00 per sinistro e per anno assicurativo). Questa opzione aggiuntiva ha un costo di € 12,00 e i bollettini di conto corrente postale per effettuare il pagamento sono disponibili presso le sedi ANUUMigratoristi. Per informazioni contattare la Segreteria centrale di Bergamo (tel. 035/243825 – e-mail: anuu@anuu.org). 

Rinnovata la copertura assicurativa “Più Cani”

Si comunica che all’interno della copertura assicurativa Morte e ferimento del cane è stata rinnovata la formula integrativa “opzione più cani” per assicurare più di un cane di proprietà:

·     i titolari di tessera C (con cane) e GGVV C hanno la possibilità di tutelare un ulteriore cane, oltre a quello già assicurato con questo tipo di tessera, in caso di morte, al costo di € 24,00;

·     i titolari di tessera D (con cane) e GGVV D hanno la possibilità di tutelare due ulteriori cani, oltre a quello già assicurato con questo tipo di tessera, in caso di morte o ferimento, al costo di € 41,00.

Si precisa che i cani assicurati, oltre ad essere di proprietà del cacciatore, dovranno essere identificati mediante microchip al momento dell’attivazione dell’opzione la quale avrà validità dal momento del pagamento del relativo premio.

Per il pagamento bisogna utilizzare un bollettino di conto corrente postale generico (conto n. 00301242 intestato ad A.N.U.U. Associazione dei Migratoristi Italiani – Via Baschenis, 11/C – 24122 Bergamo), specificando nella causale: “OPZIONE PIÙ CANI”, IL/I NUMERO/I DEL/I MICROCHIP, IL NUMERO E IL TIPO DI TESSERA ALLA QUALE L’OPZIONE È ABBINATA. Qualora tali dati non venissero indicati nella causale del bollettino la formula integrativa non potrà essere ritenuta valida. Per qualsiasi informazione si prega di contattare la Segreteria centrale di Bergamo: tel. 035/243825 – fax 035/236925 – e-mail: anuu@anuu.org 

Uno speciale dedicato all’avvocato Giovanni Bana

È stata edita dalla Sereno S.r.l. di Milano una pubblicazione speciale sul compianto avvocato Giovanni Bana, il nostro storico Presidente onorario che ci ha lasciato il 20 marzo di questo memorabile 2020 per colpa del terribile Covid-19. Grazie al contributo di amici, collaboratori, colleghi, familiari, sono state raccolte riflessioni, ricordi, narrazioni, messaggi di cordoglio, tutti a testimoniare la stima, l’ammirazione e l’affetto per uno straordinario uomo che indiscutibilmente ha fatto la storia. Nelle trentasei pagine dello speciale dal titolo “GIOVANNI BANA, UNA VITA PER LA CACCIA IN ITALIA E IN EUROPA” numerose immagini raccolte durante gli anni della sua incredibile storia corredano puntualmente i testi in memoria di un cacciatore, di un avvocato, di una persona dalle doti eccezionali che non si fermava mai dinnanzi a nulla. Un guerriero che ha lottato fino all’ultimo per i suoi ideali e per la sua amata caccia, senza mai arrendersi e incarnierando tanti risultati. Abbiamo voluto conferirgli questo tributo perché il suo lavoro e il suo esempio non vadano dimenticati e possano servire da spunto propulsore per chi ha in mano il futuro dei cittadini-cacciatori italiani. La speciale pubblicazione verrà inviata a tutti i nostri associati in allegato a “Migrazione & Caccia” (andato in stampa con immancabile ritardo sulla tabella di marcia proprio a causa degli sfortunati eventi degli ultimi mesi).

Esami per abilitazione venatoria ancora sospesi. L’Anuu Lazio scrive alle istituzioni.

Gli esami per l’abilitazione venatoria sono ancora sospesi. Il presidente di Anuu Lazio Paolo Crocetta ha scritto al Governatore Nicola Zingaretti e all’assessore Enrica Onorati per esporre il grave problema che sta bloccando la caccia del territorio.

Ecco la lettera:

“Con la presente, a nome e per conto dell’Associazione di cui mi onoro di rappresentare, sono a manifestarvi un grave problema per il nostro mondo venatorio regionale.

A seguito delle recenti disposizioni in materia di COVID 19, tutte le commissioni di esami abilitazione venatoria delle cinque Provincie del Lazio, sono state sospese, e che le stesse debbono riprendere l’attività cessata.

Mi preme sottolineare, che sono giacenti presso le stesse commissioni moltissime richieste di aspiranti cacciatori in attesa di sostenere l’esame per l’abilitazione venatoria.

Poiché le varie strutture regionali hanno locali idonei a poter ospitare un numero consistente anche per il distanziamento sociale, sarebbe opportune ripristinare quanto prima le sessioni di esami.

Vi chiedo pertanto di poter riattivare in tempi brevissimi tutte le commissioni presenti della Regione Lazio, al fine di evadere al più presto le istanze giacenti presso le stesse.

Certo di un vostro interessamento al problema prospettato, cordialmente saluto”.

Paolo Crocetta

Su Sky una puntata speciale sull’Avv. Giovanni Bana

La puntata del talk show “Parliamo di Caccia con Bruno Modugno” dedicata all’avv. Giovanni Bana andrà in onda in prima visione lunedì 15 giugno 2020 alle ore 20.00 sul canale Sky 235 “Caccia e Pesca”, con la presenza del nostro Presidente, Marco Castellani, di Massimo Marracci, di Stefano Masini, di Giuliano Incerpi e Marco Ciarafoni. Queste le date e gli orari delle repliche: martedì 16/06 alle 13.00 – mercoledì 17/06 alle 23.00 – giovedì 18/06 alle 17.00 – venerdì 19/06 alle 14.00 – sabato 20/06 alle 16.00 – domenica 21/06 alle 12.00 e alle 22.00. Una puntata da non perdere per ricordare chi ha fatto la nostra storia.